Notizie
 

-

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Notizie

08.09.2009

Ripresi i lavori di ripristino dell'Area Picnic a Parco Cocuzzo, grazie anche alla preziosa collaborazione con il Consorzio di Bonifica.

I Comuni di Marcellinara e Scicli uniti nel ricordo del Brigadiere della Guardia di Finanza, Giuseppe Lentini, a cui è stato intitolato il lungomare di Donnalucata

 

Dal ricordo di un concittadino che nel lontano 1889 si distinse per un atto di coraggio nell’adempimento del proprio dovere di finanziere può prendere avvio, anche a distanza di più di un secolo, un gemellaggio tra due comunità che nella memoria di quest’uomo vogliono oggi proporre modelli positivi da seguire.
E’ stato questo l’auspicio espresso durante la manifestazione pubblica che si è tenuta nei giorni scorsi a Scicli, comune del ragusano, che ha visto l’intitolazione del lungomare di ponente in località Donnalucata e la scopertura di una stele commemorativa in memoria del Brigadiere della Guardia di Finanza Giuseppe Lentini, originario di Marcellinara dove era nato il 7 marzo 1844, e barbaramente ucciso nel 1889 da alcuni pescatori di frodo proprio sulle rive del fiume Irminio. Ucciso solo perché stava adempiendo al proprio dovere.
Era presente a Scicli alla cerimonia di intitolazione una delegazione del Comune di Marcellinara, composta dal Vice Sindaco Vittorio Scerbo, dagli Assessori Antonio Montuoro, Vincenzo Gariano, Gianpiero Cittadino. Allo sfilare del picchetto d’onore schierato anche il Gonfalone del Comune di Marcellinara portato dal Vigile urbano Luciano Scerbo.
A scoprire il monumento alla memoria del brigadiere, nel corso di una sobria ma toccante cerimonia militare, sono stati il Sindaco di Scicli, Giovanni Venticinque, il Vice Sindaco di Marcellinara, Vittorio Scerbo, ed il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa, Ten. Col. Giovanni Monterosso.
La scritta incisa alla base del monumento recita: “L’Amministrazione Comunale di Scicli e la Guardia di Finanza di Ragusa in memoria delBrigadiere Giuseppe Lentinitrucidato il 6 Febbraio 1889tutelare le sacre leggi dello Stato”.
E’ toccato al Sindaco di Scicli ripercorrere le tappe significative della vita del Brigadiere Giuseppe Lentini, evidenziando le nobili motivazioni che hanno portato l’Amministrazione Comunale di Scicli, accogliendo la proposta della Guardia di Finanza di Ragusa, a distanza di 120 anni, a ricordarne la figura, denominando in suo onore il tratto di lungomare della Riviera di Ponente in Donnalucata, realizzato nei primi anni del 2000. Il Sindaco di Scicli ha, per questo motivo, sottolineato l’importanza di riportare al centro dell’attenzione sociale quei principi e quei valori di legalità che sono stati testimoniati e che hanno contraddistinto in maniera forte la vita del Brigadiere Giuseppe Lentini, a cui “era necessario rendere giustizia dopo tutti questi anni trascorsi nell’oblio”.
“Oggi si parla tanto di SUD, - ha riferito il Vice Sindaco Vittorio Scerbo nel corso dell’intervento durante la cerimonia di intitolazione- ma è bene sottolineare quanti Giuseppe Lentini abbia dato il nostro SUD alla causa del rispetto delle leggi e dei valori di giustizia che animano ogni uomo. Quanti Giuseppe Lentini oggi, come ieri, rappresentano il meglio del nostro SUD e sono presenti nelle nostre comunità e operano concretamente per il risveglio delle coscienze e il riscatto sociale delle nostre terre. Facciamo tesoro - ha proseguito - e custodiamo la testimonianza di valore del Brigadiere Giuseppe Lentini, che noi soprattutto abbiamo il dovere di riportare nel suo e nel nostro paese d’origine, onorandone il ricordo, per far conoscere le sue gesta e il suo viscerale attaccamento alla legge, perché solo facendo memoria, non solo con le parole ma principalmente con le azioni concrete di ciascuno, riusciremo a costruire su solide basi e su validi esempi il futuro delle nostre comunità”.

Questa la vicenda che vide protagonista il Brigadiere Giuseppe Lentini.Essendo stati segnalati numerosi casi d’avvelenamento delle acque dell’Irminio sin dal dicembre del 1888, il Brigadiere Lentini, che aveva la fama di astuto ed abile investigatore ma anche di uomo onestissimo ed infaticabile, per il quale la “Legge era Legge” ed il suo rispetto un sacrosanto dovere, intensificò i servizi.
Nella notte fra il 5 ed il 6 febbraio 1889, Giuseppe Lentini e la guardia Domenico Gallo s’avventurarono nelle paludi dell’Irminio ove era stata nuovamente segnalata la presenza di pesce avvelenato. Le due Fiamme Gialle si appostarono in un capanno di contadini e verso l’alba videro arrivare undici individui, uno dei quali munito di una giara contenente cianuro. I due finanzieri passarono all’azione, invitando i soggetti a desistere dall’azione criminosa ma mentre il Brigadiere cercava, con le parole ed i gesti, di convincerli a desistere dalla loro azione, uno di essi reagì brutalmente, colpendo Giuseppe Lentini al capo con una mazza. Il Brigadiere, stramazzato a terra, fu trascinato nelle acque dell’Irminio ed affogato miserabilmente senza alcuna pietà.Anche il giovane finanziere fu colpito alle spalle con un bastone e legato ad un albero per evitare che lanciasse l’allarme in paese. La tragica fine del Brigadiere Giuseppe Lentini commosse l’intera cittadinanza di Donnalucata e di Scicli.


L’invito alla cerimonia di intitolazione è stata così l’occasione per un primo contatto tra i Comuni di Marcellinara e di Scicli al fine di gettare le basi per un gemellaggio istituzionale da promuovere nel futuro prossimo per uno scambio tra le due realtà, diverse per dimensioni, storia e tradizioni, ma comunque vicine per quel comune modo di intendere, sentire e di vivere la quotidianità del nostro meridione.
La delegazione marcellinarese ha fatto visita, nei giorni della permanenza a Scicli, ad alcuni dei più rinomati e caratteristici luoghi della cittadina ragusana (la chiesa di San Matteo, la chiesa delle Milizie, Palazzo Spadaro, il Museo del costume mediterraneo) riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco grazie al barocco siciliano, e oggi meta di tanti turisti anche per il fatto di essere stata location di alcune riprese della fortunata serie televisiva “Il Commissario Montalbano”, tratto dai racconti di Andrea Camilleri.
La cordialità di questo primo incontro, infatti, sarà seguita, a breve, dalla visita di una delegazione di Scicli, guidata dal Sindaco di Scicli Giovanni Venticinque, nel Comune di Marcellinara per proseguire e intensificare questo contatto istituzionale nato nel ricordo di Giuseppe Lentini e nei suoi ideali di legalità e giustizia.

30.08.2009

I Comuni di Marcellinara e Scicli uniti nel ricordo del Brigadiere della Guardia di Finanza, Giuseppe Lentini.

Pagina 160 di 167

You are here: Comunicazione Notizie