Sede Comunale e cenni storici
 

-

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sede Comunale e cenni storici

Sede Comunale

Marcellinara si trova in Calabria, Provincia di Catanzaro, a circa 15 km dal capoluogo.

La sua altitudine s.l.m. è di 331,2 m (dato riferito a Piazza F. Scerbo), si estende su una superficie di 22 kmq ed ha una densità di popolazione pari a 100 ab/kmq. Gli abitanti (Marcellinaresi) sono 2.192 -1.054 maschi e 1.138 femmine- (dato aggiornato al 31 Gennaio 2008).

La provincia di Catanzaro si sviluppa intorno ad uno degli episodi geografici più interessanti dell'intera penisola italiana: l'Istmo di Marcellinara. Qui solo 35 km separano il Mar Jonio dal Mar Tirreno e, dalla zona alta del paese che si affaccia sull'istmo, è facile confrontare l'azzurro dei due mari e godere di albe e tramonti dove il sole sorge e ultima il proprio percorso quotidiano nelle acque dei due mari ricchi di storia. A sud del paese si trova la "Sella di Marcellinara" il punto più basso e più stretto dell'Appennino calabrese (250 m).

Marcellinara si trova sulla S.S. 19 Dir delle Calabrie, l'antica strada consolare Popilia, unico collegamento tra Catanzaro e Napoli e pertanto di importanza strategica. E' posta in amena posizione alle pendici del Monte di Tiriolo e scende a balzi verso la depressione che è la più profonda del rilievo calabrese e viene chiamata appunto "Gola di Marcellinara" o anche "Garrupa".

Cenni Storici

Nel territorio Marcellinarese sono stati rinvenuti in ogni tempo sarcofaghi, residui di costruzioni romane, idoletti di terracotta. Nel periodo angioino/aragonese, insieme con Tiriolo faceva parte del complesso feudale dei Ruffo, conti di Catanzaro. Nel 1445 Alfonso I d'Aragona elevò a feudo questa terra concedendola a Niccolò Sanseverino che aveva accompagnato il re all'assedio di Catanzaro contro Antonio Centelles, il ribelle marchese di Crotone.

La leggenda di Ulisse


E' questa la mitica terra dei Feaci, secondo la ricostruzione che lo studioso tedesco Armin Wolf fa delle peregrinazioni di Ulisse.

Il Golfo di S. Eufemia, alla foce del fiume Amato, è il luogo dell'incontro di Ulisse con Nausicaa, che lo stesso studioso individua con i "lavatoi" di Marcellinara, sito in cui, prima del dilagante processo tecnologico, le donne si recavano per fare il bucato lavando i panni sulle pietra dalla tipica forma di lavatoi (stricaturi) e dove le chiare e imprevedibili acque della fiumara, risciacquavano dal sapone di casa, i candidi e profumati lenzuoli di lino.
La zona di Tiriolo posta proprio sopra l'abitato di Marcellinara è, sempre secondo lo storico, la residenza di Alcinoo; il Golfo di Squillace, alla foce del fiume Corace, è il luogo da cui Ulisse, accompagnato dai Feaci, partì per l'ultima tappa verso Itaca.

You are here: Il Comune Marcellinara Sede Comunale e cenni storici